« indietroavanti »

UISV


  
    Sommario

  LAVORO E PREVIDENZA
  
19/02/2002

CONTRATTO A TERMINE


Presupposti - Apposizione del termine


L'art. 1 introduce la possibilità di apporre un termine alla durata del rapporto di lavoro subordinato in presenza di ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo.

La nuova legge non prevede limiti temporali massimi di durata del contratto, salvo quanto stabilito per i dirigenti (cfr. art. 10, comma 4) e per l'istituto della proroga (cfr. art. 4).

L'apposizione del termine è priva di effetti - e perciò in tal caso il rapporto si considererà a tempo indeterminato fin dalla data dell'assunzione - se il termine non risulta, direttamente o indirettamente, da atto scritto nel quale sono specificate le ragioni di cui sopra.

Una copia dell'atto deve essere consegnata al lavoratore entro 5 giorni (lavorativi) dall'inizio della prestazione lavorativa, ad eccezione dei rapporti di lavoro puramente occasionali la cui durata sia inferiore a 12 giorni.








 


Esponi i tuoi dubbi all' autore


Spedisci l' articolo a un amico